A.S.D. Club Italiano Autogiro


Vai ai contenuti

Volo in Liguria

Racconti di Volo

Questo è Volo !!!!!

Vi siete mai chiesti perché abbiamo imparato a volare? Ognuno di noi avrà la sua personalissima risposta, la mia è arrivata da sola, in una fredda e ventosa giornata quale era il 2 Novembre 2007, data in cui, da Casaleggio Novara, decisi di provare a raggiungere la mia terra: la Liguria.

Decollo alle 10.15 da Casaleggio e faccio i primi minuti di volo accompagnato da un poco di foschia che, fortunatamente, appena incrocio il Po’ lascia il campo ad una giornata cristallina. I colori dell’autunno mi inondano di tonalità a cui il mio occhio da fotografo appassionato non resiste e comincio a scattare. Ad Alessandria faccio rotta per la valle di Acqui Terme la quale mi porterà dritto al valico del colle di Cadibona. La IAS è di 70-75 Mph mentre la GS è di 85-90Mph quindi in attimo salgo a 1200 metri di altitudine ed arrivo a ridosso dei famigerati Appennini. A quel punto mi si para davanti uno spettacolo degno dei migliori teatri: la giornata è così tersa che si intravede all’orizzonte la Corsica, mentre la Liguria intera è li a portata di sguardo. Faccio cosa posso con la macchina fotografica perché il vento sbattendo contro i monti si incattivisce e mi impone di tener salda la cloche. Appena passo lo sparti acque, ad altitudine di sicurezza, il vento nella sua corsa verso il mare, ormai senza più ostacoli, mi porta con se senza più sballottamenti, ma ad una GS che evito di trascrivere………in pochi minuti sono sulla costa dove lo spettacolo lo lascio descrivere alle foto. Dopo aver bighellonato tra l’isola di Bergeggi e Savona, faccio rotta verso l’interno e qui viene il bello: il vento spira dritto in prua ed io oltre tutto devo riguadagnare un migliaio di metri di quota per passare i monti. Il tragitto fatto in 5 minuti all’andata mi impegna oltre mezzora al ritorno, letteralmente arranco a 90-95 Mph di IAS per ottenere una misera 55-60 di GS…….

Finalmente guadagno quota e sono di nuovo sul versante interno, dove osservando le colline in parte sorvolate all’andata, penso ad un ipotetica emergenza e per forza mi sento un po’ frutto di stagione, perché più che atterrare su qualche bel albero di castagno non saprei cosa fare……Santo Rotax e Santi Magni aiutatemi voi. Per fortuna le Alpi si aprono a ventaglio donandomi immagini che da sole scacciano i cattivi pensieri: da lassù il Monviso ed il Monte Rosa sembrano ad un tiro di schioppo l’uno dall’altro.

Certo che la giornata non mi possa regalare altre emozioni mi dirigo all’aviosuperfice Valentino (CN12) dove invece, sorpresa, trovo un gruppo di conterranei che mi fanno capire dalle domande come l’autogiro sia poco conosciuto. Al di là di questo vengo invitato alla loro tavola come un vecchio amico ed effettivamente così vengo trattato, anche da Valentino in persona, titolare della aviosuperfice e dell’agriturismo annesso, che è più un personaggio che una persona. Dichiarandomi subito per quello che sono cioè un neofita con 30 ore di volo, zitto zitto, ascolto avidamente consigli e racconti dei presenti, in particolare del simpatico romanaccio Paolo Amico, di cui si può leggere anche su Aviazione Sportiva di Gennaio 2007 dove porta in Olanda uno Sky Arrow (ed io son qua a raccontare del mio voletto…..).

Finendo di gustare le ottime pietanze ci ritroviamo addirittura, con questi “vecchi amici”, a parlare concretamente di un progetto importante da condividere. Ultima graditissima sorpresa, soprattutto per le miei liguri origini, il conto: 10 euro!

Questa volta le sorprese sono finite davvero, mi ritrovo in volo verso Casaleggio ed ecco che arriva la mia personale risposta alla domanda iniziale del perchè ho imparato a volare: per passare giornate come queste!

Ho potuto ammirare pianure, colline, montagne e mare come mai li avevo veduti, il tutto in “solo” tre ore e mezzo di volo, la mia voglia di avventura è stata appagata quando il vento ha tentato di farmi prigioniero della costa ed ho “lottato” per liberami, ho conosciuto persone che per la sola passione in comune mi hanno accolto e trattato come un re ed infine ho gustato un pranzo eccellente tutto questo in un sola giornata di puro ed autentico VOLO!

liguria
liguria
liguria

Torna ai contenuti | Torna al menu