A.S.D. Club Italiano Autogiro


Vai ai contenuti

Magni's Day 1999

Magni's Day

18/19 Settembre 1999



Do you speak english? francè? Portoguese? Durante l’ultima edizione del Magni’s Day, che si è tenuto il 18/19 Settembre a Spessa Po, era decisamente preferibile la conoscenza di almeno una di queste lingue. Il raduno internazionale dell’ala rotante, organizzato dalla Magni Gyro, ha avuto, in questa sua quarta edizione, una partecipazione straniera degna delle ben più quotate manifestazioni ultraleggeristiche che ogni anno si tengono in Italia.

Alla Cascina Speziana, dei fratelli Corbellini, dove la Magni Gyro ha la sua base operativa, si sono dati appuntamento un gran numero d’appassionati e piloti d’autogiro provenienti da tutto il mondo.

Sono stati rappresentati tutti i paesi europei ed extraeuropei con la partecipazione di francesi, portoghesi, inglesi, olandesi, belgi, dalla repubblica Ceca, dalla Svizzera, dagli Stati Uniti, il Venezuela, il Brasile e ovviamente senza dimenticare i piloti di casa nostra.

La forte presenza straniera ha fatto si che il meeting iniziasse con un giorno d’anticipo sul previsto. Infatti, già il Venerdì, quando non tutti i preparativi erano ancora stati ultimati, il campo volo era piuttosto animato. Degna di nota la presenza di un signore inglese, della veneranda età di 89 anni, che in gioventù ha volato con gli autogiri di Juan De La Cierva, l’inventore, nel 1923, di questa stupenda macchina volante.

Il Sabato le condizioni meteo cambiano e il cielo si fa coperto di un denso strato di nuvole ma fortunatamente non piove. Tutti i voli si svolgono regolarmente e con una buon’affluenza di partecipanti e semplici curiosi.

Sabato sera la consueta cena in hangar con la consegna dei premi e di una targa ricordo a tutti i piloti presenti con il proprio autogiro. Consegna di una targa speciale a "Gippi" per aver portato a termine la Vuelta Iberica, giro della Spagna per ultraleggeri, 4000 Km percorsi in poco di più di 10 giorni con un M16 biposto tandem, e con il suo invito a tutti i piloti a partecipare alla prossima edizione.

Consegna, da parte del Com.te Nino De Filippo, dei certificati dei primi istruttori d’autogiro il cui corso si è tenuto lo scorso Giugno.

La parola è stata poi data ad Ali Torres, pilota Venezuelano alquanto singolare essendo in possesso di tutte le qualifiche esistenti come istruttore e delle abilitazioni a volare su praticamente tutto ciò che sia dotato di un’ala o di un rotore. Torres è colui che ha consegnato a Vittorio Magni il Tower Air Diplomacy Award all’ultimo Bensen Day in America.

Breve discorso anche da parte di Steph Gremminger editrice della rivista americana Rotorcraft, organo ufficiale della PRA, Popular Rotorcraft Association.

Domenica mattina il cielo è ancora coperto e la pioggia in alcune zone limitrofe impedisce ad alcuni piloti il raggiungimento, in volo, del campo. Spessa Po si rivela ad ogni modo una piccola isola felice mantenendosi asciutta per quasi tutta la giornata.

Il momento più bello della giornata il trasferimento alla vicina aviosuperficie di Gragnano, sede dell’aeroclub di Piacenza. Ben 15 autogiri sono decollati in una "formazione" molto bella vista da terra ed entusiasmante per chi l’ha vissuta in volo.

Durante i tre giorni sono stati inoltre messi a disposizione del pubblico per voli turistici, di prova e battesimi dell’aria tre M16 e il nuovo M19 completamente carenato.

Il raduno degli autogiri sta crescendo e acquista di anno in anno sempre maggior importanza, lo spirito che lo caratterizza è invece sempre lo stesso, un ambiente familiare in cui si ritrovano gli amici accomunati dalla stessa passione per il volo e per l’autogiro.

In linea di volo si sono contati 22 autogiri, con qualche assenza per condizioni meteo sfavorevoli, e alcuni elicotteri, con un ringraziamento particolare all’Arma dei Carabinieri per aver concesso la partecipazione di un A109 del reparto volo con base ad Orio al Serio.

IndietroPlayAvanti

Torna ai contenuti | Torna al menu